Non associare simvastatina e amiodarone!

La GU del 2.09.02 sono ha pubblicato due Decreti Ministeriali modificano le schede tecniche dei farmaci a base di simvastatina ed amiodarone, con l'inserimento di notizie rilevanti concernenti l'interazione tra le due sostanze.
Il Ministero ha evidenziato che "il rischio di miopatia/rabdomiolisi notevolmente aumentato dall'uso concomitante di simvastatina a dosi elevate e amiodarone. Pertanto per i pazienti che assumono simvastatina in tempia concomitante con amiodarone, il dosaggio di simvastatina non deve superare i 20 mg/die.
… Nel corso di uno studio clinico non ancora concluso stato osservato un aumento del rischio di miopatia di 10 volte, da 0, 5% a 5, 4%, nei pazienti trattati con simvastatina al dosaggio di 80 mg e amiodarone.
Pertanto nei pazienti che assumono simvastatina in terapia concomitante con amiodarone, il dosaggio di simvastatina non deve superare i 20 mg/die".
Considerando che l'amiodarone un antiaritmico diffusamente usato, e che la simvastatina indicata nella terapia secondaria di soggetti infartuati, possibile che un numero non indifferente di soggetti possa far uso di entrambe le sostanze.
Non ben chiaro il criterio in base al quale viene stabilit una soglia (di 20 mg. di sinvastatina) sotto la quale l'associazione ritenuta tollerabile, tuttavia importante adeguare immediatamente i dosaggi alle nuove disposizioni ministeriali, a scanso di gravi complicazioni medico-legali in caso di effetti avversi.

Daniele Zamperini (riportata su Tempo Medico)